Dimmi come usi il CRM e ti dirò se la tua impresa è strategica.

08.02.2019

Come già saprai, CRM è la sigla che sta per Customer Relationship Management, ovvero Gestione delle Relazioni con i Clienti; forse però non ti è chiaro che col termine CRM non si indica un semplice software, ma un sistema aziendale che si avvale anche di applicazioni e strumenti informatici.

La digitalizzazione delle imprese vede il CRM assumere una posizione sempre più strategica per la crescita di un business dove il cliente, acquisito o potenziale, riveste un ruolo predominante rispetto al prodotto o al servizio, sia che tu stia operando nel b2c che nel b2b.

Il sistema informatico automatizzato che costituisce la struttura di base (o architettura tecnologica) del CRM ti serve infatti a: 

  • creare interazioni registrabili e analizzabili (dal procacciamento al post vendita - modalità operativa)
  • catalogare le informazioni (approfondimento del profilo cliente - modalità analitica)
  • mantenere i contatti (gestione e dialogo col cliente - modalità collaborativa)

Vuoi strutturare un CRM nella tua impresa? Inizia a fare tuo questo concetto:

per un ottimo funzionamento del CRM, ogni impresa deve innanzitutto stilare un chiaro progetto strategico e solo successivamente completarlo attraverso il sistema informatico. La scelta dei sistemi applicativi da adottare non determina la probabilità di riuscita di un CRM. I software e gli strumenti applicativi non sono di certo tutti uguali, ma nessuno di loro porterà al successo un piano di lavoro sbagliato.

La fase principale della costruzione di un CRM, verso la quale devi dedicare la massima attenzione, riguarda la strategia, la comunicazione e la raccolta dei dati, tutte cose che vengono prima della scelta tecnologica. 

Quali sono i vantaggi per l'impresa che sceglie una pianificazione attenta e organizzata per il suo CRM?

  • risparmio economico
  • sopravvivenza nel mercato competitivo attuale
  • rischio di un software fallimentare pressoché nullo

Comprenderai molto bene come la parte tecnologica non vada mai comunque trascurata. 

MastroIT, società indipendente di consulenza software di Jesi, ha determinato una serie di elementi tecnici da valutare bene quando si procede con la scelta della struttura informatica del CRM:

  • accessibilità da remoto
  • migrazione dati da e verso il CRM
  • elasticità del workflow per disegnare e automatizzare i processi aziendali
  • integrazione con altri sistemi (di rado il CRM da solo copre tutte le esigenze aziendali)
  • scalabilità (per poter integrare altre funzionalità in futuro)
  • essere user-friendly (se è difficile da utilizzare si accantona)
  • numero utenti coinvolti
  • prezzo
  • strumenti di marketing
  • strumenti social
  • autonomia nell'amministrazione del sistema (gestione di automazioni, permessi, utenti senza dover chiamare il fornitore).

La giusta combinazione tra strategia e tecnologia garantirà quindi il pieno successo del CRM e dell'azienda in toto.