Lavorare da remoto favorisce la produttività.

08.02.2019

Smart working, lavoro da remoto, lavoro agile, lavoro flessibile, mobile working: cambiando l'ordine dei sinonimi, il risultato non cambia, anzi, si ha un aumento della produttività.

E' il risultato di quanto emerso da un recente sondaggio svolto da Regus, fornitore di ambienti di lavoro flessibili, che recentemente ha intervistato più di 20.000 lavoratori e lavoratrici in tutto il mondo.

Il lavoro da remoto non è un semplice lavoro da casa, ma si trasforma in un'occasione di crescita aziendale, professionale e personale (non dimentichiamo che le aziende sono composte da persone e il miglioramento delle condizioni lavorative è proporzionale ai risultati), soprattutto quando avviene in modalità coworking (e.g. ufficio condiviso, sale riunioni, conferenze, uffici a giornata).

Le conclusioni cui si è giunti analizzando le risposte sono incoraggianti e fanno ben sperare nell'ampliamento di questa modalità lavorativa, all'interno di un contratto di lavoro subordinato. 

I vantaggi sono indiscutibili sia lato dipendente, che lato impresa.

Vediamoli insieme, grazie a un approfondimento svolto da Maticmind.

Con il mobile working il dipendente, infatti...

  • è più concentrato perché non interrotto dalle richieste vocali dei colleghi e dalle telefonate

  • non affronta traffico, treni e bus affollati

  • ha un equilibrio maggiore tra vita privata e vita lavorativa

  • non è oberato dalla pressione psicologica "controlla e comanda", vecchio paradigma della gestione aziendale tradizionale

  • è più coinvolto e si sente maggiormente responsabile nei confronti del proprio lavoro

  • è più motivato perché il raggiungimento degli obiettivi è vissuto come una vittoria, non come il compimento di un semplice dovere

...e l'impresa:

  • può avvicinarsi ai clienti esistenti o potenziali in caso di riunioni importanti

  • ottimizza le risorse e taglia i costi superflui

  • grazie agli strumenti di controllo e analisi ha 

  • è più attrattiva verso i migliori talenti

  • introduce una mentalità green e di rispetto verso l'ambiente

  • mette in piedi un network allargato di risorse umane che portano conoscenza, skill e informazioni

  • incoraggia la collaborazione e l'interazione tra figure aziendali diverse, la condivisione dei dati e la relativa analisi

  • velocizza i processi decisionali